Categorie: Predictive Maintenance Industry 4.0

Il contesto economico globale impone alle aziende produttrici la massima flessibilità, velocità ed efficienza e l’emergenza Covid-19 ha, se possibile, estremizzato questo andamento. Un fermo macchina non è pensabile neanche per poche ore, le linee di produzione devono funzionare sempre e rispondere subito alle richieste dei clienti della distribuzione. Non solo: gli impianti devono essere modificabili in maniera altrettanto efficiente, per partire subito con una nuova produzione o per ottimizzare quelle in corso. Come conciliare queste esigenze con i guasti delle linee che si verificano inevitabilmente, legati alla normale usura? Il problema si pone anche per le imprese che si affidano alla manutenzione predittiva, che per essere affidabile al 100% ha bisogno di settaggi molto puntuali e non mette al riparo da disservizio qualora il tempo di preavviso fosse troppo stretto. I guasti si possono verificare al momento sbagliato: il fine settimana, nell’imminenza di una consegna. E quando capita, bisogna individuare il problema e sostituire il pezzo guasto. Ma non è detto che il ricambio sia subito disponibile, spesso l’urgenza comporta un sovrapprezzo, quindi la produzione si ferma e i costi lievitano, superando di molto i costi necessari alla riparazione delle linee produttive.

 

Le strategie per ridurre i fermi macchina

Manutenzioni, sensori e tecnologia predittiva sicuramente aiutano le aziende a ridurre i fermi, ma c’è un servizio che risolve il problema alla radice, e fornisce un valore aggiunto fatto di efficientamento e flessibilità, quindi anche di sostenibilità, temi all’ordine del giorno se le imprese coltivano una visione strategica di lungo periodo. Si chiama Streamline ed è una soluzione di consignment stock lanciata da SEW-EURODRIVE. Un servizio a tutti gli effetti, che si può modulare sulle esigenze di ciascun produttore ed è capace di risolvere molti problemi a fronte di una spesa molto bassa, se paragonata al costo di un possibile fermo produttivo.

 

Il consignment stock per azzerare i fermi macchina

Il consignment stock Streamline, caratterizzato da un costo di utilizzo e da un minimo fee mensile, è un servizio che permette di conservare direttamente nel sito produttivo i ricambi indispensabili ad assicurarsi la continuità produttiva in caso di guasti sulle linee. Coinvolge in particolare i motori, motoriduttori e inverter forniti da SEW-EURODRIVE. Non si tratta banalmente di consegnare i ricambi prima che si verifichi il guasto e custodirli in magazzino: l’offerta è ben più sofisticata e coinvolge direttamente l’efficienza produttiva, per questo ha maggior valore per le aziende. Infatti senza disporre di ricambi in loco, un problema improvviso alle linee non si rivolve nel giro di 24 ore e si traduce in un aggravio di costi per l’azienda, probabilmente una riduzione del margine e soprattutto in un ritardo nella produzione, che oltre a riflettersi sul fatturato, rappresenta un danno d’immagine per chi produce. Secondo uno studio di GE Digital, l’82% delle aziende produttive ha sperimentato nel corso degli ultimi 3 anni dei fermi impianto imprevisti, con un costo medio orario pari a 260 mila dollari. Un dato certamente indicativo, poiché le variabili sono molte, ma che può fornire bene idea del valore delle perdite in caso di un fermo impianto

In fase preliminare SEW-EURODRIVE opera una mappatura accurata dei motori e degli inverter impiegati dall’azienda cliente nelle proprie linee, dettagliata con le caratteristiche tecniche e immagini a corredo. Con questi dati procede a un’analisi di ottimizzazione per definire quanti ricambi effettivamente è indispensabile avere a disposizione subito per assicurarsi il funzionamento delle linee senza rischi di blocchi operativi. Dietro c’è un lavoro da un lato di semplificazione del funzionamento delle linee, perché censendo i componenti spesso si scopre che è possibile usare un unico motore o elettronica, laddove in precedenza si usavano modelli diversi; dall’altro lato, il vantaggio consiste nella verifica dell’obsolescenza delle componenti che possono essere sostituiti con modelli nuovi della generazione successiva.

Una volta quantificato lo stock di ricambi che garantisce maggior sicurezza di continuità produttiva, occorre trovare in azienda una collocazione che consenta di mantenere i ricambi in efficienza, operazione supervisionata e verificata da SEW-EURODRIVE. Il fee mensile infatti corrisponde non all’acquisto dei ricambi ma al servizio di controllo e manutenzione di quanto stoccato in azienda effettuato ogni 12 mesi da SEW-EURODRIVE. Tutto ciò permette all’azienda, in caso di guasto, di non interrompere la sua attività produttiva, grazie alla disponibilità di ricambi costantemente rimpiazzati nel proprio magazzino. Ricambi che di fatto l’azienda gestisce in completa autonomia, potendo contare sul sistema di etichettatura intelligente di SEW-EURODRIVE: chiunque si trovi presso il sito produttivo al momento del guasto sarà capace di individuare il pezzo corretto da sostituire.

Un servizio innovativo come il consignment stock Streamline contribuisce in modo significativo all’efficienza produttiva e rappresenta uno strumento in più per l’azienda a tutela della propria affidabilità verso il cliente finale: fine dei fermi impianto, consegne sempre nei tempi.

New call-to-action