Categorie: Industry 4.0

La legge 145/2018 introduce alcune novità in materia di iper ammortamento per gli investimenti finalizzati alla trasformazione tecnologica e/o digitale delle aziende verso il modello di Industria 4.0.

Approvato dalla legge di bilancio 2017 e cumulabile con le altre agevolazioni fiscali attualmente in vigore, l’iper ammortamento stabiliva di imputare come costo per l’impresa il 250% del prezzo di acquisto relativo a un bene strumentale comprato entro la fine dello scorso anno, volto all’ammodernamento degli impianti in chiave “smart” e soggetto a determinati requisiti.

Le recenti modifiche spostano la finestra di validità dell’iper ammortamento, con una proroga per gli acquisti effettuati entro il 31 dicembre 2019 oppure entro il 31 dicembre 2020 a patto che sia stato pagato un acconto di almeno il 20% dell’importo totale entro il 31 dicembre 2019.

 

Tre aliquote differenziate per investimento

La novità più importante quest’anno riguarda l’istituzione di tre aliquote differenziate in funzione dell’ammontare degli investimenti. Gli acquisti fino a 2,5 milioni di euro godranno di una maggiorazione sul costo di acquisizione pari al 170%, quelli compresi tra 2,5 e 10 milioni di euro pari al 100% e quelli compresi tra 10 e 20 milioni di euro pari al 50%. Non sono contemplate ulteriori agevolazioni sulla quota eccedente il limite dei 20 milioni di euro né per gli investimenti che hanno già beneficiato della versione precedente dell’iper ammortamento.

Un’eccezione va però fatta per i soggetti che abbiano acquistato beni immateriali, secondo le tipologie descritte nell’allegato B della legge 232/2016, che potranno continuare a beneficiare delle agevolazioni fiscali anche nell’anno in corso nella misura del 40%.

 

I requisiti valevoli per l'iper ammortamento

Infatti, l’applicazione dell’iper ammortamento include due tipologie principali di beni: materiali (come descritti dall'allegato A), quindi macchinari industriali, apparecchiature hardware e così via; immateriali (come elencati nell'allegato B) ovvero le soluzioni software, i sistemi operativi e i middleware che sono necessari al corretto funzionamento dei beni contenuti nell'allegato A per lo sviluppo di applicazioni legate all’Internet of Things e allo Smart Manufacturing.

Per poter accedere all'agevolazione fiscale, qualsiasi bene deve rispondere tassativamente a due requisiti fondamentali: innanzitutto deve soddisfare tutte le caratteristiche contenute negli allegati A o B; inoltre deve essere interconnesso con i sistemi informatici dell’azienda.

Per acquisti superiori a 500.000 euro, l’aderenza agli standard espressi dalla legge deve essere comprovata mediante una perizia tecnica effettuata da parte di un ingegnere o perito industriale (iscritti all'albo professionale) oppure tramite un attestato di conformità emesso da un ente certificatore accreditato. Per importi inferiori, invece, basta una dichiarazione di atto notorio da parte del legale rappresentante dell’impresa, anche se per evitare errori è consigliabile un’analisi da parte di un soggetto terzo competente.

 

Perché bisogna andare verso l’Industry 4.0

La connettività è infatti la chiave di volta per l’accesso ai nuovi modelli dello Smart Manufacturing, che coniugano le soluzioni di Information Technology con il mondo della fabbrica e delle Operations.

Il principale obiettivo dell’iper ammortamento è incentivare l’ammodernamento degli impianti perché possano guadagnare competitività attraverso i processi digitalizzati tipici dell’Industry 4.0. La possibilità di raccogliere dati mediante gli oggetti intelligenti e le infrastrutture IoT permette alle aziende di automatizzare le attività produttive e logistiche, aumentare l’efficienza ed eliminare colli di bottiglia, a favore della continuità operativa. Grazie all’introduzione di soluzioni intelligenti le industrie possono avviare nuove applicazioni di manutenzione predittiva oppure gestire con più efficacia i cicli di lavorazione secondo i principi della lean production. La strada della Digital Transformation e dell’Industry 4.0 si rivela oggi una via obbligata per competere nell’economia globale e l’iper ammortamento è un’opportunità interessante da cogliere per le aziende del Manufacturing al fine conseguire gli obiettivi strategici di innovazione all’interno degli impianti.

 

New call-to-action